- Anai-it

16/10/2018
Vai ai contenuti

Menu principale:

Promozione a titolo onorifico per il personale militare delle Forze Armate, cessato
Invio, per quanto d’interesse dei soci, la circolare in allegato,  che riguarda Ufficiali, Sottufficiali e Graduati che non hanno fruito della  promozione prevista fino al 2014.

Gen. Vincenzo DE LUCA

Documento per il Censimento
delle Associaziono d'Arma
  



Onorificenze O.M.R.I.
Cari Amici,
ricevo molto spesso lamentele in merito alla concessione da parte  della Presidenza della Repubblica delle onorificenze di Cavaliere e Ufficiale,  con prospettiva di cancellarsi dall’ANAI per la mancata  concessione.
Voglio allora ricordare la burocratica  procedura che vige in  materia:
-Ogni anno, entro il 15 giugno, , vengono richieste le schede di  proposta debitamente compilate e vistate ed inoltrate dal delegato regionale  ANAI;
-Le schede vengono controllate ed inserite in un file digitale dal  Segretario Generale, inviato entro il 30 giugno alla Direzione Generale   Persomil.
-Persomil, con i suoi tempi tecnici, invia alle Prefetture di  residenza dei segnalati le richieste di informazioni;
-Le Prefetture, con i propri tempi spesso lunghissimi, molti mesi o  talvolta anni, manda le informazioni richieste a Persomil.
- Persomil  seleziona le informazioni, e per coloro che risultano  positive, prepara le schede da inviare al Gabinetto del Ministro della Difesa,  con le proprie proposte.
-il Gabinetto del Ministro con le proposte ricevute prepara una  graduatoria, per la concessione di circa 54 onorificenze l’anno per tutte le  Associazioni (800.000 iscritti circa !).
-il Gabinetto del Mnistro invia alla Presidenza della Repubblica le  proposte e i diplomi per la firma.
-Il Presidente della Republica firma.
-La consegna dei diplomi avviene o attraverso le Prefetture o  attraverso Assoarma alle Associazioni.
Non ho indicato i tempi delle varie fasi, che sono molto variabili  e soggettivi ai vari livelli, normalmente lunghissimi.
Come si vede, questa Presidenza non può intervenire in alcun modo  per ridurre i tempi e non riesce ad avere informazioni indicative perché tutto è  top secret, anche se a fatica qualcosa di molto generico si viene a sapere: vi  assicuro che ho sempre e ripetutamente protestato energicamente nelle varie sedi  istituzionali, ricevendo vaghe promesse, senza seguito alcuno.
Vi chiedo quindi di non pensare che sia la Presidenza nazionale a  non interessarsi, ma è il sistema burocratico statale che crea ostacoli, ritardi  e scarsa attenzione nei riguardi di cittadini che certamente la  meriterebbero.
Ritengo opportuna questa precisazione, che potete portare a  conoscenza dei vostri soci, che giustamente protestano.
A tutti un caloroso saluto.
Gen. Vincenzo DE LUCA
Presidente Nazionale degli Autieri d’Italia
 

Torna ai contenuti | Torna al menu